immagine featured copywriting tecniche per Content Marketing e SEOIl copywriting è fantastico

Ti permette di persuadere e vendere.

E di piacere ai motori di ricerca!

Perché?

I motori di ricerca vogliono suggerire i migliori contenuti.
E per farlo misurano il coinvolgimento.

Backlinks, social share, tempo di permanenza sul sito: sono importanti fattori di coinvolgimento per i motori come Google.

Anche tu vuoi offrire al tuo pubblico contenuti grandiosi e quindi coinvolgenti?

 

Allora continua a leggere.

In questo post trovi tutte – ma proprio TUTTE – le tecniche di copywriting per ottenere il massimo coinvolgimento.

Più di 100 tecniche, ordinate in categorie, scritte in modo semplice e ricche di esempi!

E in più un’esclusiva risorsa gratuita:

packshot copywriting seo conversioni download Checklist per il Content Marketing

Scarica la checklist GRATUITA per utilizzare al meglio le tecniche di questo post! Un metodo passo-passo, con contenuti esclusivi riservati agli iscritti.

 

 

CAPIRE IL MERCATO E IL PUBBLICO

Capire il mercato e il pubblico immagine titolo

  1. Individua una NT

    Se fai content marketing per la SEO scrivi alcuni post per una NT.
    Ovvero?
    Una Nicchia Traghetto. 
    Ecco il trucco:
    Il tuo target reale NON gestisce blog sul tuo argomento. Questo significa che non otterrai backlink da loro.
    Allora trova una categoria di persone che ama condividere contenuti nel tuo settore e scrivi per loro: sarà più facile che condividano e linkino il tuo contenuto!

    Esempio. Se vendi olio extravergine di oliva bio spremuto a freddo, individua i blog che trattano argomenti salutistici e quelli che postano ricette: osserva cosa pubblicano e cosa condividono volentieri per trarre ispirazione per il tuo prossimo post.
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Definisci il target

    Cerca di capire il lettore potenziale per raggiungerlo con il linguaggio e gli argomenti più adatti. Studia fasce d’età, sesso, titolo di studio, quali sono i suoi bisogni, le paure, le informazioni che cerca.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Analizza i forum

    Individua un forum nella tua nicchia e cerca l’argomento di cui vuoi parlare. Puoi usare Google: scrivi   inurl:www.forum-del-mio-settore.it ARGOMENTO

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Usa le personas

    È una tecnica che consiste nell’identificare una o più “persone tipo” rappresentative di un ipotetico gruppo omogeneo: il tuo pubblico. Le schede delle tue Personas possono essere la sintesi di dati raccolti da interviste, o di interpolazioni arbitrarie che puoi fare a partire da più generici dati di mercato.
    immagine di esempio: tecnica delle PersonasPer individuare le tue personas puoi aiutarti con degli strumenti, qui ne trovi alcuni.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Indaga i ruoli

    Guarda i tuoi visitatori in base alla loro prospettiva di conversione: quale “missione” stanno compiendo?

    Ad esempio il tuo lettore può essere stato incaricato di trovare il miglior fornitore per il prodotto che vendi: può – ripeto: può – importare poco il suo sesso, il suo stipendio, la sua cultura… e può importare molto la responsabilità che ha nel compito specifico.

    Usa i Ruoli al posto di, o per integrare, Personas.
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Capisci i Micro Momenti

    La nostra vita quotidiana è ricca di piccoli momenti in cui si manifesta improvvisamente un bisogno. Il concetto di Micro Momenti è stato introdotto da Google, che li classifica in quattro tipi, a seconda dei bisogni di: sapere, andare, fare, comprare.

    Oggi, specialmente dall’avvento dei dispositivi mobili, è possibile rispondere immediatamente a questi bisogni. Ecco come li presenta la stessa Google:

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  7. Crea una mappa dell’empatia

    Usa questa semplice tecnica per creare profili focalizzati sulla percezione del tuo pubblico. Serve a comprendere il comportamento, le aspirazioni, le paure, le percezioni e l’ambiente delle persone a cui ti riferisci.
    Mappa dell'empatia

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

IDEE E ISPIRAZIONE

immagine titolo: ispirazione e idee

  1. AdWords: strumento per suggerimenti su parole chiave e argomenti

    Lo fanno tutti, lo so. Ma tu lo farai in modo diverso! Al posto della tua url, scrivi quella di un concorrente, oppure quella di Pinterest (cerca su Pinterest l’argomento che stai trattando, poi prendi la url della pagina dei risultati). Vedrai che i suggerimenti saranno più interessanti.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Tieni d’occhio i trend

    Usa strumenti come Google Alert, Google Trends, BuzzSumo, HARO per tenerti al passo con i tempi e magari anticiparli.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Studia gli annunci PPC per scegliere argomenti e keyword

    Vai su un motore di ricerca e scrivi qualcosa di connesso al tuo argomento. In cima ai risultati vedrai degli annunci pubblicitari. Spesso sono fatti da bravi copywriter e possono suggerirti ottime parole chiave da usare. Cerca anche in altre lingue: sei in cerca di ispirazione e la contaminazione va benissimo!  Ad esempio, se digiti “copywriter”:
    immagine di un annuncio PPC - per il tip: Usa gli annunci

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Compra il prodotto/servizio

    Compra e usa l’offerta del tuo cliente: proiettarti nel suo mercato ti darà spunti e punti di vista.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Usa i commenti dei clienti

    Intervista i clienti e raccogli le loro testimonianze e domande spontanee. Vi troverai spunti per titoli e argomenti da approfondire basati su esigenze reali.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

STRUTTURA DEL TESTO

immagine titolo: struttura del testo

  1. Dai una struttura ai tuoi testi

    Se ti serve prendi spunto cercando i più popolari tra i contenuti di Slideshare, Udemy, Lynda e le infografiche di Pinterest che riguardano l’argomento che hai scelto. Usa la (gratuita) MozBar per verificare che le pagine che trovi interessanti lo siano davvero (vedi PA: Page Authority)

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Scrivi l’introduzione con il metodo APP

    Brian Dean insegna una formula per scrivere introduzioni irresistibili.
    Vuoi acchiappare i tuoi visitatori nei tre secondi che ti concedono all’atterraggio sulla tua pagina?
    A – Agree: inizia con argomento che il tuo lettore può solo riconoscere come vero.
    P – Promise: promettigli un mondo migliore – scrivi i favolosi benefici concreti che otterrà leggendo il tuo testo.
    P – Preview: riassumi in una frase ciò che esattamente stai per rivelargli.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Utilizza i modelli

    Esistono molte formule, la più famosa è l’AIDA. È una scelta soggettiva, scegli la formula che fa più per te, sempre che ti serva una formula.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Pianifica i contenuti

    Stabilisci un piano editoriale di massima: prima di compilare una lista di articoli individua le esigenze del tuo pubblico. Vuoi inchiodare il tuo pubblico al tuo articolo? Offrigli tutte le informazioni e le risposte di cui ha bisogno.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Usa le mappe mentali

    Le mappe mentali sono un utilissimo sistema per fare chiarezza sulle idee e gestirle sia nell’insieme che nel dettaglio. Cominci da un argomento e da quello diramano le categorie, che si dividono a loro volta, e così via fino al livello di dettaglio che desideri. Per saperne di più. Per scoprire molti esempi.
    Esempio di mappa mentale

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Non spezzare le pagine

    Dividere un post in varie pagine per costringere l’utente a cliccare più volte è una pratica deprecabile: evitala.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  7. Contenuto generoso

    Ma come, non mi hai appena detto di tagliare?

    Sì. Il punto è che scrivere in modo semplice, conciso, senza giri di parole, aggettivi e concetti inutili, non significa scrivere poco!

    Chi conosce un argomento ha molte cose da dire, scriverà di più e risulterà più autorevole (soprattutto se non annacqua il testo 😉 ).

    Lo vedono i tuoi lettori, lo vedono i motori di ricerca.

    Molti studi – ad esempio questo – indicano come Google posiziona meglio contenuti con molto testo. Un punto di riferimento? 1500 parole. Questo post ne ha più di 6000 (se trovi cose che taglieresti fammelo sapere con un commento in fondo alla pagina!)

    Devo scegliere tra un testo corto e un testo annacquato, come faccio?

    Brutto dilemma, ma si risolve facilmente: tra Google e il tuo lettore prediligi SEMPRE il lettore. E poi se il testo è molto corto non sarà troppo difficile arricchirlo, no? Approfondisci, aggiungi argomenti pertinenti e utili al tuo pubblico.
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  8. Taglia, taglia, taglia!

    La regola: riduci il tuo testo del 50%, poi togli la metà. Gran parte di quello che scriviamo non serve, toglilo. Vedrai che dopo un po’ ci proverai gusto! 🙂
    immagine di cesoie che tagliano una parola complicata e la trasformano in semplice

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  9. Incatena i passaggi con gli Anelli di congiunzione

    In ogni testo ci sono dei punti in cui al tuo lettore può calare l’attenzione.

    In questi punti lo devi inchiodare prima che scappi via.

    Come fare?

    Tra un paragrafo e l’altro, dove l’attenzione può calare, usa un anello di congiunzione che lo stimoli a continuare.
    Immagine di catena: incatena le due parole "resti" e "qui"

    Ad esempio guarda qui sopra: “Come fare?

    Altri esempi:
    Ecco il trucco:  –  Adesso viene il meglio:  –  Ci si potrebbe chiedere:  –  È una cosa folle:  –  C’è di meglio/ peggio:  –  Non stai più nella pelle?  –  Qual è il motivo?  – La soluzione sta qui:  –  Eccoli qui per te:  –  Vuoi conoscere la parte migliore?
    Anche domande retoriche:
    Vuoi pubblicare un post irresistibile? Vuoi creare un annuncio magnetico?

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  10. Paragrafi brevi

    Leggere a schermo è più difficile, fai in modo che gli occhi respirino con paragrafi brevi.

    Paragrafi anche di una sola frase (io li adoro!).
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

PRIMA DI COMINCIARE A SCRIVEREPrima di cominciare a scrivere immagine titolo

immagine packshot checklist gratuita Scarica la Checklist GRATUITA

Copywriting checklist: scarica ora la checklist del perfetto copywriter per utilizzare al meglio le tecniche di questo post!

 

  1. Rilassati

    Il grande maestro del copywriting Dan Kennedy dice: Prima di iniziare a scrivere, fai un respiro profondo e rilassati. Numerosi studi mettono in relazione rilassamento e produttività, mentre in Italia il concetto di tecnostress è stato introdotto in giurisprudenza nel 2007. Quindi? Segui il consiglio di Dan, oppure scegli la tecnica di concentrazione che fa per te: ecco alcuni veloci sistemi e un libro per approfondire.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

FIDUCIA E PERSUASIONE

Immagine titolo: Fiducia e persuasione

  1. Pensa positivo

    Non scrivere frasi negative, rischierai che il tuo pubblico abbandoni il sito. Scrivi in modo positivo: infonderai serenità, entusiasmo, otterrai più consenso e sarai irresistibile.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Aggiungi elementi di realtà

    Copywriting credibile: scrivi numeri e percentuali – cita studi scientifici, esperti, clienti – inserisci una storia; riporta una testimonianza.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Scrivi una tua storia personale

    Lo so e ti capisco. Anch’io di indole sono timido. Tempo fa dicevo “Ma sarà davvero necessario scrivere di me?” e “E se poi non serve a niente?”. Poi ho provato una volta. Poi un’altra. E ho visto che funziona. Allora ho imparato a seguire di più i consigli di quelli bravi…
    Credimi, funziona. 😉

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Scrivi una storia personale di qualcun altro

    Fornirai un elemento di prova anche se non l’hai vissuta di persona. Scrivi di come una persona di influenza ha ottenuto benefici dall’oggetto del tuo discorso e sarai convincente. Ad esempio Neil Patel ama questa tecnica e ha fatto milioni di dollari anche grazie ad essa.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Benefici, non caratteristiche

    Le gente compra benefici, non compra “120 km di tour in mezzo alla savana africana” ma “L’emozione indimenticabile della migrazione degli elefanti vista coi propri occhi”.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Titolo concreto

    Molto del successo di un articolo dipende dal titolo. Sii concreto e pratico nella scelta del titolo.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  7. Anticipa domande e pensieri

    Tieni il controllo del flusso logico del discorso pensando con la testa del lettore (che sta scoprendo una cosa che tu sai già). Puoi introdurre dicendo “So già a cosa stai pensando…”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  8. Ammetti una debolezza

    Questa è un’antica tecnica del copywriting americano: Confessa una debolezza e trasformala in un punto di forza. Esempio: “Se cerchi la raffinatezza dei flute in cristallo nella locanda da Tina non li troverai, come anche… ma troverai il sapore dei ravioli fatti a mano con la passione di chi…)

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  9. Ripeti un concetto in un punto strategico per dargli più forza

    Ripeti un concetto in un punto strategico per dargli più forza.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  10. Usa le MAIUSCOLE

    Con moderazione per conservare l’ordine, usa di tanto in tanto una parola in maiuscolo. Darai DAVVERO molta evidenza alla frase, le darai forza e potere persuasivo. Troppo banale per funzionare? Provare per credere.
    NOTA: Questa pratica può essere deprecata dai network di annunci Pay per Click, come Adwords. Quest’ultima invece consente e suggerisce di usare negli annunci le iniziali maiuscole: Ad Esempio Puoi Fare Così!

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  11. Prometti risultati concreti, pratici ed efficaci

    Dati ed esempi concreti aiutano il lettore a comprendere meglio il valore reale di un’offerta. Esempio: “Risparmia il 27% sulla bolletta del gas con il nostro prodotto. A soli 49 € ”. Gli esseri umani preferiscono sempre dati concreti su cui confrontarsi per decidere.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  12. Riprova sociale

    Siamo animali sociali e tendiamo a seguire il branco. Seguiamo istintivamente l’esempio di altri. E più sono meglio è:  “Più di 60.000 clienti hanno già risparmiato il 27% sulla bolletta del gas. 

    Guarda quanto è importante la riprova sociale per Amazon:
    Esempio riprova sociale nel sito di Amazon: numeri di commenti, votazioni positive, frasi ad effetto mostrano la popolarità di ogni singolo prodotto.
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  13. Sfrutta i feedback

    Citare esempi concreti di utenti soddisfatti è una tecnica efficace: inserire esperienze positive è un buon modo per aumentare le conversioni. Ma sii sincero: le bugie sul web hanno le gambe corte.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  14. Aggiungi SEMPRE una call to action

    Se ti interessano le conversioni permetti sempre il passo successivo: suggerisci all’utente una o più azioni concrete da intraprendere.
    Le tue Call to Action sono più incisive se dicono esattamente cosa fare. Al posto di Clicca qui scrivi: Iscriviti subito alla newsletter di Conversion-rate.it!

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  15. Integra il testo con contenuti multimediali

    L’impatto di grafiche, immagini e video può essere decisivo per focalizzare l’attenzione su alcuni concetti chiave, oppure per mostrare in modo efficace vantaggi e caratteristiche di un’offerta.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  16. Benefici nei titoli dei paragrafi

    Dove ti è possibile, fai che titoli e sottotitoli promettano benefici concreti. Ad esempio: “Ecco la tecnica che aumenterà le tue vendite del 25%”.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  17. Parole magnetiche nei titoli (e meta description)

    Rendi irresistibile il titolo del tuo post con parole magiche. Ad esempio: Come (ottenere) – Gratis – Tu – Trucchi – Adesso – Da subito – Oggi – Consigli – Articolo – Perché – Migliore – Grande – N volte meglio – Per sempre – N ___ per ottenere ___  –  I migliori N____ – Veloce – Funziona subito – Passo passo – Facile – Semplice
    Risultati della ricerca su Google per "Pomodori"

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  18. Usa parole di transizione

    Sono parole che ti aiutano a legare i pezzi del discorso. Funzionano perché danno una direzione, generano contrasto, ordinano concetti.
    Ad esempio: soprattutto – perché – così – a parte questo – primo – secondo… – allo stesso modo – invece – mentre  – oppure – quindi – perciò.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

Tecniche HARD PUSH COPYWRITING (usare con cautela)

Tecniche Copywriting Hard Push (Usare con cautela) - immagine titolo

In questa categoria metto quelle tecniche riconducibili alle cosiddette distorsioni cognitive, come  l’ancoraggio, l’effetto framing, l’autorità eccetera. Si basano sulle “scorciatoie”, sugli automatismi usati dal nostro cervello per facilitarsi il lavoro.

  1. Focalizza i bisogni primari

    Fai coincidere la tua offerta con i bisogni primari del tuo pubblico. Ad esempio il desiderio di sentirsi desiderati, il desiderio di essere speciali, di non essere soli, di essere autosufficienti, potenti, amati…

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Framing emotivo

    Usa un espediente emotivo per procurare una reazione immediata e viscerale. Ad esempio al posto di “Una buona scarpa per una buona postura.” scrivi “Papà, mi fa male la schiena.” L’emotività vince sempre sulla logica.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Framing numerico

    “Sconto del 30%” e “50% omaggio” sono equivalenti, ma una delle due appare più vantaggiosa. Trova il “frame” che ti conviene e usalo.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Beneficio automatico

    Fai leva sull’insicurezza del tuo target e presenta la tua offerta come un magico meccanismo, un bottone magico che fa il lavoro “al posto tuo”. Parole chiave: semplicemente, facilmente, velocemente, per te, comodamente, al posto tuo, automaticamente.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Usa le credenze

    Gli esseri umani amano essere approvati e avere la sensazione di avere ragione. Usa frasi come “Le tasse sono davvero troppe…”, “Sei stata sempre ingannata dagli uomini che hai amato…”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Giustifica

    La gente decide con il cuore e si giustifica con la logica. In altre parole, compriamo emotivamente e cerchiamo una ragione razionale per farlo.
    Offri una buona ragione per trasformare egoismo in eroismo. Ad esempio il desiderio di un automobile full optional diventa: “Offri il comfort alla tua famiglia.”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  7. Potere e possesso

    Crea una sensazione di vigore nel lettore: usa in abbondanza i verbi POTERE e AVERE.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  8. Sensazione post acquisto

    Fai pregustare al tuo lettore la sensazione che avrà dopo l’acquisto. Come si sentirà? Cosa proverà a livello emotivo e sensoriale? Fagli sentire in anticipo il gusto dell’acquisto nel modo più vivido possibile.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  9. Un esempio come una regola

    Non si tratta di dichiarare il falso (non farlo MAI!), si tratta di suggerire un caso specifico come un caso ripetibile. È facile farlo nei titoli, ad esempio “Come aumentare il ROI del 203,7% in tre semplici mosse”: il dato di cui parli è difficile, ma NON impossibile, da replicare.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  10. Immaginazione vs. razionalità

    Sappiamo che gli essere umani sono meno razionali di quanto credano. Tuttavia, quando ti rivolgi a una persona che non ti conosce, questa sarà naturalmente “fredda” e scettica. C’è un modo semplice per far crollare la barriera della razionalità?
    Sì, basta dirgli di farlo!
    Usa la parola “Immagina”.

    Tutto qua. Davvero.

    Ad esempio: “Immagina di poter vendere ciò che vuoi facilmente, con l’aiuto di una sola parola. Non sarebbe fantastico? Ecco ciò che devi fare…”
    La parola “immagina” è magica, perché è in grado di attivare immediatamente una fase onirica del pensiero, una condizione in cui tutto è possibile.
    Se ritieni che il tuo pubblico sia più razionale puoi usare le espressioni “Supponi che…”, “come sarebbe se…”, “Cosa accadrebbe se…”, “Come ti sentiresti se…”.
    Per approfondire: ecco un link sulla parola “immagina”.
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  11. Richiamo Emotivo

    È la tecnica della parola “immagina” applicata al passato. La sua forza risiede nel fatto che l’evento che farai rievocare al lettore è successo davvero. Il dolore per un certo problema o la gioia per una certa soluzione saranno quindi automaticamente associati al problema e alla soluzione che proporrai. Un esempio: “Ti è mai capitato di scoprire un nuovo prodotto e, dopo averlo provato, domandarti come hai fatto a vivere senza?”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  12. Prevedi il futuro

    È una tecnica ipnotica che sfrutta quella “zona” della nostra mente che prende tutto per vero. Prevedi e dai per certa un’azione o situazione. Anche se in forma di dubbio la tua affermazione resterà latente e fornirà terreno fertile per gli altri argomenti del tuo discorso. Ad esempio:
    “Ecco perché arrivato in fondo a questa pagina non potrai fare a meno di ordinare Pippo Prodotto. Vedrai il tuo problema di Ciccio Problema con occhi diversi e ti chiederai come hai fatto a vivere senza Pippo Prodotto!”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  13. Negativo – Positivo

    Individua un problema e dai una soluzione. Ragioniamo per associazioni e comparazioni, quindi ci è più facile capire il valore delle cose quando le mettiamo in relazione tra loro.
    Ad esempio: “Sento continuamente informazioni inutili e dannose uscire dalla bocca di sedicenti esperti di [settore target]. Questi ‘guru’ affermano che [informazione sbagliata o difettosa]. Come adesso vedrai tutto questo non può funzionare e non funziona, perché [argomento]. La mia soluzione invece è fatta proprio per funzionare e darti il [beneficio] in una misura che non hai mai neppure immaginato! In [numero] anni di studio e numerosi test fatti nel mondo reale ho messo a punto [prodotto]…”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  14. Prima – Dopo

    Come in Negativo – Positivo creiamo un’associazione, con la variante della sequenzialità cronologica. È una tecnica potente perché il nostro cervello è bravissimo a fare confusione tra relazione logica e relazione cronologica. In pratica ti basterà mettere in sequenza due argomenti per dare un’impressione di verità. Esempio: “Ecco perché il vecchio modo di fare [argomento] è inefficiente e cosa puoi fare ora per avere [beneficio] da subito, facilmente, e senza spendere un patrimonio in consulenze esterne!”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

TECNICHE STILISTICHE

immagine titolo: Tecniche stilistiche

  1. Scrivi in modo interessante

    Lo so, è come dire: scrivi con stile. Per fortuna ci sono dei trucchi. Eccone alcuni: fai una battuta, scrivi solo ciò che è rilevante, fai una domanda, sfida il lettore a ottenere qualcosa di desiderabile, un dato curioso, racconta una tua esperienza, cita un nome famoso, inventa una storia

    Ti basterà un piccolo cambiamento al tuo modo di comunicare per avere una personalità unica, per creare fidelizzazione e/o identificazione. Ad esempio puoi decidere di essere: crudo, oltraggioso, fine, interessante, intrigante, divertente, eccetera.
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Non esagerare con la grammatica

    Un copywriting pulito è una cosa fantastica, ma se ti irrigidisci troppo il testo si appesantisce. Salvo per il Manuale del Piccolo Notaio, usa un tono colloquiale.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Usa l’imperativo

    Dai comandi al tuo lettore, digli cosa fare e cosa pensare.
    forma imperativa

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Testo telescopico

    Anche detto a piramide rovesciata. Fai capire immediatamente l’argomento e poi scendi gradualmente nei dettagli.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Titola fuori dal coro

    Questa ricerca dice che titoli fuori dal comune aiutano a catturare l’attenzione. Esci di tanto in tanto dal tracciato per stuzzicare i navigatori più indifferenti ai messaggi tradizionali.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Titoli: sfrutta le rime

    Alcuni studi svelano che frasi in rima hanno la capacità d’influenzare il modo in cui pensiamo: una frase gradevole all’udito viene considerata più plausibile rispetto ad una frase normale, pur affermando la stessa cosa.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  7. Scrivi in prima persona

    Utilizza “Io”, “a me”, eccetera. Ai tuoi lettori interessa sapere chi sta scrivendo e perché è importante. Quando scrivi,  descrivi te stesso come un’autorità. I tuoi lettori rispetteranno i tuoi pensieri, le  tue opinioni, i punti di vista e i sentimenti. E come minimo ti ascolteranno.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  8. Umorismo. Con moderazione

    Essere personali e diretti è ok. Far ridere è splendido. Senza esagerare: sii divertente, ma non in ogni occasione. (Se stai scrivendo un testo comico è un altro discorso, naturalmente)

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  9. Scrivi semplice

    Evita possibilmente avverbi e formule passive. Privilegia Scegli parole semplici. Scrivi frasi di massimo 20 parole.
    Cos’è più efficiente, voli low-cost, oppure voli a bassa tariffa?
    Il lettore medio non legge subito tutte le parole, bensì scorre il testo soffermandosi sulle keyword principali: se sono semplici è più facile che l’utente inizi a leggere il resto del testo.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

PAGINE DI ATTERRAGGIO – PAGINE DI CONVERSIONE

immagine titolo: Pagine di atterraggio

  1. Value proposition in testa alla pagina

    Fornisci al visitatore, immediatamente e con forza, un valido argomento per restare lì e scoprire di più.
    La tecnica classica è un grande titolo con la descrizione di un vantaggio, una caratteristica avvincente di un prodotto/servizio o un invito all’azione per risolvere facilmente un problema.
    La ragione è sempre la stessa: ciò che vendi sono vantaggi, non caratteristiche.
    Value proposition in testa alla landing page

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Landing page lunga, con molto testo

    La regola generale è: usa tutto il testo che ti serve. Non di più e non di meno.
    Se il prodotto o servizio che offri è complesso o costoso è probabile che il tuo visitatore si farà molte domande e opporrà molte resistenze. Prepara una lunga landing page con tutto il testo che serve per rispondere alle possibili obiezioni.
    Due raccomandazioni:

    • Non esagerare e punta alla qualità: sinteticità e semplicità vincono sempre.
    • Non temere che il pubblico non legga il tuo testo perché è lungo: la gente legge moltissimo (e tu ne sai qualcosa, giusto?).
      Se il tuo testo è interessante sarà letto.
      Da chi?
      Semplice: da chi è interessato!
      Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter
  3. Landing page corta, con poco testo

    Se ciò che offri è semplice, gratuito o molto vantaggioso può non essere necessario spiegare molte cose. In questi casi è da preferire un testo persuasivo ma conciso, che permetta spiegazione e azione sopra alla linea di galleggiamento. La ragione è che tutto ciò che è inutile è anche dannoso. Togli ogni possibilità di indugiare e proponi con decisione l’azione di conversione.
    Suggerimento: se stai offrendo qualcosa di estremamente vantaggioso spiega sinceramente il perché di tanta generosità: serve a mantenere un clima di fiducia.
    Non sai ancora se nel tuo caso è da preferire una landing page lunga o corta? Semplice: preparale entrambe e mettile in sfida tra loro con un A/B test.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Ribadisci valori e vantaggi nelle pagine di conversione

    Nella tua pagina di conversione non mettere solo una frase di invito e la form. Ribadisci i concetti: anche qui stai vendendo!
    Ribadisci valori e vantaggi

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Call to action significative.

    Usa inviti all’azione precisi e significativi. Sul pulsante di una form è meglio scrivere “Prova gratis” piuttosto che “Invia” o “Clicca qui”.  Ecco un interessante approfondimento, con esempi, sulle Call to Action.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

REGOLE DI COPYWRITING CLASSICHE E DI BUON SENSO

Tecniche classiche copywriting immagine titolo

  1. Stai nell’argomento

    Se devi fare un cambio di discorso, fallo durare poco. Insomma, focalizza e non prendere la tangente: ti sarà più facile tenere alta l’attenzione.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Cura i verbi

    I verbi sono il cuore pulsante dei tuoi contenuti. In un mondo fatto di automatismo e velocità la gente cerca azione. Sei alla ricerca di sostantivi e aggettivi frizzanti? Risparmia questo tempo e investilo nella ricerca di verbi interessanti: stimola e stuzzica i tuoi lettori!

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Usa i PS

    Hai l’opportunità di un’ultima parola, sfruttala per un richiamo all’azione e/o per incidere un concetto importante.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Rispetta la lingua

    Strafalcioni grammaticali, errori ortografici e anglicismi sbagliati danneggiano la credibilità e il ranking. Fai sempre una rilettura a mente sgombra.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Usa le formattazioni in modo adeguato

    Con una buona formattazione (h1, h2…) avanzerai nella SERP e i tuoi lettori si orienteranno meglio nel tuo testo. Circa il 79% degli utenti prima d’iniziare a leggere dà un’occhiata generale alla pagina: aiutali con una buona formattazione.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

immagine packshot checklist gratuita Non hai ancora la Checklist?

Scarica ora la checklist del perfetto copywriter per utilizzare al meglio le tecniche di questo post!
  1. Offri tutte le informazioni necessarie

    I tuoi visitatori sono avversi alle ambiguità. Se i termini dell’offerta sono poco comprensibili o omessi, il più delle volte la pagina viene abbandonata.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Punta all’autorevolezza

    Per scrivere un contenuto di qualità bisogna conoscere la materia: se l’argomento appartiene a una certa nicchia usa il suo linguaggio tecnico.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Elabora con cura le anteprime

    Anche se è dubbio che description tag sia rilevante per il ranking, sappiamo che è fondamentale per catturare l’attenzione dell’utente mentre scorre i risultati delle ricerche. Idem per le anteprime su Facebook.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Scrivi in modo chiaro

    Sii sintetico e non allungare il testo con sterili giri di parole. Gli utenti cercano informazioni: fornisci risposte a domande pratiche!

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Usa il dizionario

    La nostra lingua è ricca di parole semplici e potenti. La cosa bella è che sono tante: la varietà nel linguaggio produce interesse! Ricordati sempre che la semplicità vince: per essere ricco il tuo linguaggio non ha bisogno di essere barocco.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Usa gli elenchi in modo intelligente

    Puntate,  numerate o con icone, le liste sono efficienti. Servono alla comprensione, per ricapitolare passaggi e per introdurre argomenti da espandere successivamente.
    esempio lista con icone

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  7. Evita i luoghi comuni

    Risparmia luoghi comuni, espressioni dialettali e proverbi. Usali solo se sono indispensabili a ciò che vuoi dire o al particolare taglio espressivo che hai scelto per il tuo copywriting.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  8. Scrivi una conclusione


    Ogni articolo, landing page, home page o evergreen ha bisogno di una conclusione. Lega le idee in modo ordinato, e fai sapere che il testo è finito. Può essere una domanda, per stimolare la discussione, oppure un invito all’azione.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

POST PRODUZIONE

Immagine titolo post produzione

  1. Rileggi con calma

    La revisione di un articolo dovrebbe essere sempre fatta in un secondo momento: se viene fatta immediatamente, il cervello tende a saltare inconsciamente i passaggi ancora memorizzati. Rileggendo a freddo invece si può fare un’analisi più critica del testo.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Rileggi ad alta voce

    Sentire il testo attraverso la voce vibrante aiuta a capire quanto è semplice e discorsivo.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Fatti leggere il testo da qualcun altro ad alta voce

    Sentire il tuo testo letto da qualcuno che non l’ha scritto permette di individuare strozzature o cali di ritmo

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Fatti leggere il testo dal computer ad alta voce

    Non hai nessuno a cui chiedere per farti leggere il testo a voce alta? Usa la tecnologia: un programma text to speech come ad esempio questo strumento gratuito per Chrome.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Invia e fai leggere il tuo testo

    Invia il tuo testo ad altre persone: amici, conoscenti o anche estranei. Accogli il loro commento e le loro critiche con interesse e gratitudine. Fai particolare attenzione alle critiche che ti sembrano sbagliate, dove pensi cioè che il tuo interlocutore non abbia capito, perché:

    1. può essere che sei tu a non aver capito (succede a tutti, anche a me che non sbaglio mai 😉 );
    2. se questa persona non ha capito è probabile che puoi rendere più chiaro il tuo pensiero nel testo.

    NOTA: questo post ha beneficiato delle correzioni di diverse persone. Anche questo stesso punto, che sembrava troppo scarso a Matteo, giornalista, che ringrazio, anche perché aveva ragione da vendere!
    NOTA DELLA NOTA: non conoscevo Matteo prima di chiedergli un parere. Come ho fatto? Semplice, gliel’ho chiesto gentilmente su LinkedIn!

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

TRUCCHI

immagine titolo: trucchi

  1. Scrivi velocemente

    Scrivi tutto così come ti viene in mente. Non modificare, avrai tempo per questo. Nella tua prima bozza copri lo schermo e tira fuori i pensieri: è probabile che suonino meglio del previsto!

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Fai scrivere al computer

    Ancora meglio, parla il tuo testo, il tuo computer scriverà per te.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Fai scrivere qualcun altro

    Se non hai intenzione di scrivere di tuo pugno i testi che ti servono hai diversi modi per ottenerli:

    • Delega qualcuno che conosci: una persona di fiducia, che conosce l’argomento può essere un’ottima risorsa. Se hai dei dipendenti, sappi che incoraggiarli a scrivere per il blog della tua azienda è un’ottima pratica e una grandiosa tattica di content marketing. Fai attenzione che chi non è abituato a scrivere può trovarsi in imbarazzo e può anche sentirsi in colpa per il tempo che gli serve: quando si comincia di solito è così. Raccogli questi segnali e distribuisci parole di conforto e di incoraggiamento. E mi raccomando: fai leggere questo post!
    • Cerca tra i liberi professionisti. Ci sono migliaia di copywriter lì fuori che aspettano di scrivere i tuoi testi. Esistono agenzie specializzate, come l’italiana Scribox, con veri eserciti di copywriter e sistemi online per la gestione degli annunci e dei lavori. Questa soluzione è veloce ed economica.
    • Se invece il tuo settore è molto specialistico e/o punti a un’alta qualità, ti conviene instaurare dei rapporti di collaborazione diretti, con uno o più professionisti selezionati con cura. Trovare nominativi è cosa veloce: con un motore di ricerca, un network professionale come LinkedIn o un sito di annunci online per freelance come l’italiana AddLance, ti sarà facile selezionare alcuni copywriter.
      Fatto questo devi verificare che la qualità offerta sia quella che cerchi. Contatta i professionisti, chiedigli se hanno già scritto per il tuo argomento e se possono inviarti un paio di testi già realizzati.
      Infine chiedi il preventivo. Per una metodologia più dettagliata ecco un ottimo approfondimento di Neil Patel.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

TECNICHE ON-PAGE SEO CLASSICHE

Tecniche On Page SEO Copywriting Classiche immagine titolo

  1. Parola chiave principale

    Quando scegli un argomento per un articolo, scegli anche una parola chiave rilevante per i motori di ricerca (cioè utilizzata dalla gente) e strategicamente importante per te. (Una parola chiave può essere un insieme di parole, ad esempio “cibo biologico per cani”)

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Parola chiave nel titolo

    Il tag Titolo è un segnale importante per i motori di ricerca, la tua parola chiave principale deve esserci.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Keyword principale all’inizio del titolo

    Se ad esempio la tua parola chiave principale è “finestre in vetrocamera” scrivi un titolo come: “Finestre in vetrocamera: risparmi fino al 35% sulla bolletta del gas.”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Includi una Long Tail Keyword nel titolo

    Nell’esempio di prima, se vedi ad esempio che la keyword “risparmiare sul gas” ha un traffico decente, trasforma il titolo così: “Finestre in vetrocamera: come risparmiare sul gas fino al 35%”.
    Coda Lunga: grafico cartesiano che illustra la curva esponenziale di distribuzione delle ricerche per le parole chiave.Per approfondire leggi Wikipedia sulle code lunghe.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Lunghezza del titolo

    Se vuoi scoprire l’esatta lunghezza massima del tuo titolo devi considerare il numero dei pixel, più che le battute. Se vuoi una regola veloce: stai tra i 60 e i 70 caratteri.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Parole chiave nei titoli h1 e di sezione

    Sebbene non sia uno dei fattori più rilevanti secondo molti esperti SEO (vedi i sondaggi di Moz 2015 e 2013), può aiutare avere la tua parola chiave principale in alcuni dei titoli (h1, h2…)

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  7. Immagini con testo alternativo

    Ricorda di usare sempre il tag Alt sulle immagini. Attenzione all’iper ottimizzazione: i motori di ricerca potrebbero non gradire una pesante farcitura di parole chiave. Con un semplice, sincero e onesto Alt Text vai sul sicuro.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  8. Parola chiave nella URL della pagina

    Fai anche attenzione che nel complesso la url non sia troppo lunga.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  9. Keyword all’inizio

    Fai in modo che la parola chiave appaia nel primo o nel secondo paragrafo del testo. Alcuni SEO esperti consigliano il primo, altri il secondo perché più spontaneo.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  10. Usa i sinonimi e specifica il significato

    Specialmente se il tuo testo non è molto lungo e si presta ad ambiguità, sinonimi e altri segnali aiutano i motori di ricerca a capire l’argomento.  Esempio: se il tuo testo parla di una nuova legge della fisica, usa le parole “teoria”, “natura”, “ricerca scientifica” eccetera. Farai capire a Google che non stai parlando di giurisprudenza.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  11. Varia articoli e parole chiave

    Non ottimizzare il copywriting di più di due articoli sulla stessa parola chiave.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  12. Usa un tool

    Se ad esempio usi WordPress, il plugin gratuito di Yoast fa in automatico molti di questi controlli di base. Sarà utile se usato con le dovute cautele: guarda il video del prossimo punto.
    immagine del controllo automatico sul copywriting del testo - Yoast Seo Plugin for WordPress

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  13. Fai attenzione ai tool che usi

    Gli strumenti per il controllo SEO sono un’ottima cosa, ma fai attenzione: non credergli al 100%. Segui il consiglio di Giorgio Taverniti in merito a Yoast Plugin, keyword density e qualità dei contenuti.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  14. Keyword Density: cum grano salis!

    Le parole chiave aiutano Google a capire l’argomento, usale con equilibrio per mantenere il testo leggero. Ti diranno: una keyword ogni 200 parole. Fregatene! Un backlink vale molto di più: non lo otterrai con le parole chiave ma facendo un effetto WOW sul tuo visitatore.

    Lasciami infrangere una regola di copywriting e fare un esempio negativo:

    Poniamo che sei un copywriter e che il post che stai leggendo parla di copywriting. Il mio interesse di copywriter che applica alla cieca la tecnica di copywriting sulla keyword density, sarà quello di farcire il copywrite, per il mio lettore copywriter, con le parole “copywriting”, “copywriter” e “tecnica di copywriting”.

    Hai mai trovato testi così? Sono piacevoli?

    No, è ovvio. Fanno schifo!

    Invece che per il lettore sono evidentemente pensati per Google. Sappiamo che il motore di ricerca ti penalizza se i tuoi lettori scappano via. Quindi la regola è, lo ripeto fino alla morte: prima il lettore, poi motore.
    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

ALTRE TECNICHE

Altre Techiche di Copywriting - immagine titolo

  1. Mescola e combina idee

    Rinfresca vecchi argomenti fondendo idee che non c’entrano tra loro. È speciale per i titoli: saranno inaspettati, quindi magnetici.
    Esempi?
    “Il toner che ordineresti se il tuo capo fosse una scimmia.” “I titoli bruciati in borsa emettono gas serra?” o  “La contabilità ordinaria delle formiche.”
    Questi li ho inventati al momento. Ne vuoi di celebri?
    “Fate l’amore con il sapore.”“La solitudine dei numeri primi.”

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  2. Usa il Micro Copywriting

    Si tratta di tutti quegli elementi che richiamano e tengono viva l’attenzione, o stuzzicano la curiosità. Si tratta di isolare dei piccoli blocchi informativi e dargli un’evidenza anche grazie agli stili grafici. Ad esempio i titoli o gli Anelli di congiunzione di cui abbiamo parlato, e anche di riquadri con testi twittabili, citazioni, richiami all’azione, elenchi eccetera. Per scoprire di più segui questi link: per approfondire, per degli esempi.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  3. Primo e ultimo

    La mente umana tende a dare più attenzione al primo e all’ultimo punto di un elenco: usali saggiamente per imprimere il tuo messaggio chiave.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  4. Il Negative Approach

    È in poche parole quella “psicologia al contrario” che qualcuno usa con i bambini. In realtà può essere un’arma a doppio taglio e va usata con molta cautela. Vuoi saperne di più? Non seguire questo link. 🙂

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  5. Tu, Lei o Voi?

    OK, questa non è una tecnica di copywriting. È un chiarimento per chi avesse ancora dei dubbi. Ormai nel linguaggio commerciale si usa il Tu. Punto. In casi molto particolari, molto formali, si usa il Lei: ricorda che è un’eccezione. Il Voi, a parte casi eccezionali, va bene solo per Dylan Dog e Topolino.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

  6. Fai un A/B Test

    Dulcis in fundo: ricordati di sperimentare!
    Hai due fantastiche idee per una headline? Hai due introduzioni molto diverse tra loro e non sai quale scegliere?Hai due concetti sui quali fare leva e non sai quale funziona meglio?
    Fai un A/B test.
    I tuoi visitatori vengono divisi in due campioni: uno vedrà una versione e l’altro vedrà l’altra versione.
    I risultati sono registrati e ti faranno capire quale versione è più convincente.
    Vuoi qualche esempio? Ecco alcuni interessanti A/B test.

    Pulsante: condividi questa tecnica di Copywriting via Twitter

 

Complimenti!

Complimenti, hai letto un lunghissimo Post!

Complimenti! Hai letto la guida di copywriting per il Content Marketing, SEO e ottimizzazione delle conversioni più completa del Web!

Ti sono piaciute queste tecniche? Ne userai qualcuna? Comincerai dalle mappe mentali o dall’uso dell’imperativo? Semplificherai il tuo testo o inserirai degli anelli di congiunzione? O qualcos’altro?

Sto aspettando il tuo commento qui sotto. Mi raccomando

 

Ora tocca a te!

Tecniche Copywriting Ora tocca a te - immagine titoloHai appena scoperto molte tecniche per scrivere testi davvero efficaci.

Ma per ottenere il massimo da quest post devi metterle in pratica!

Il primo passo è quello di scaricare la checklist che sta qui sotto.

Clicca sull’immagine e inserisci la tua email per avere subito accesso alla checklist gratuita:

packshot-copywriting-seo-conversioni-download

PS. Ricordati di condividere questo post con tutti i tuoi amici interessati al copywriting.
Fallo ORA!

Showing 4 comments
  • Luca Pilolli
    Rispondi

    Precedentemente ho citato il framing come elemento da conoscere relativamente all’acquiescenza che è uno degli obiettivi del copywriting.
    Qui è possibile leggere un approfondimento sul framing:
    http://www.igorvitale.org/2013/04/01/effetto-framing-tversky-kahneman-definizione-prospect/

    • Andrea Cossovel
      Rispondi

      Grazie Luca, molto interessante. Mi vengono in mente molti esempi tratti dalla politica o dal giornalismo, tra l’altro parecchio discutibili.
      Non mi vengono però in mente esempi di framing nel copywriting. Mi puoi aiutare, per favore?

  • Luca Pilolli
    Rispondi

    Buon articolo che andrebbe dai neofiti decisamente approfondito con testi ed esempi di supporto.
    Personalmente ne uso delle altre che non ho trovato.

    86. Creare nel lettore l’immagine e sensazione dopo l’acquisto.

    87. Crea la sensazione di possesso, usa il verbo AVERE.

    88. Conferimento di POTERE, usa il verbo POTERE.

    L’Uso del “PERCHE'” andrebbe meriterebbe un punto tutto per se. Perché ricordo la forza persuasiva spiegata da Cialdini nel suo libro “Le armi della Persuasione”, Cito: […] “A quanto pare a far differenza non era la serie intera di parole di senso compiuto, ma solo la prima, “perché”. Invece di fornire una vera ragione per giustificare la richiesta, la terza formula si limitava a usare il “perché” senza aggiungere nulla di nuovo: «Scusi, ho cinque pagine. Posso usare la fotocopiatrice, perché devo fare delle copie?». Il risultato fu che ancora una volta quasi tutti (il 93%) acconsentirono, anche se non c’era nessuna informazione nuova che spiegasse la loro condiscendenza. […] Quindi:

    89. Usa sempre il “Perchè” per persuadere. Inserisci sempre il perché per ottenere acquiescenza.

    90. Usare i Framing (tecnica dell’Incorniciamento)

    Questi sono i primi che mi sono venuti in mente.

    Per quanto riguarda la rilettura e la correzione dei testi avevo scritto questo articolo se può essere utile:
    http://www.lucapilolli.com/correggere-testi-metodo-gratuito-efficace/

    • Andrea Cossovel
      Rispondi

      Grazie Luca per il tuo contributo!
      Integrerò senz’altro i tuoi suggerimenti nell’articolo.
      Questo post è nato per essere il più utile e completo nella sua categoria: copywriting per SEO e conversioni.
      Forse già lo è, ma non c’è limite alla perfezione… Quindi grazie ancora!

Lascia un commento

Contattaci

Per ogni feedback o domanda, scrivici qui sotto. Grazie.

Scrivi quello che cerchi e premi invio

Show Buttons
Hide Buttons
Avatar Andrea Cossovel

Scopri i miei trucchi di Design per Vendere

Inserisci la tua email e ricevi l’e-book con le tecniche esclusive!

No, grazie. Non mi interessa il design che vende.

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano

copywriting checklist anteprima e-book

Prendi la Checklist del Copywriter

(Metodo per l’uso delle tecniche di questo post)

Salva e stampa il PDF per l’uso quotidiano